.
Annunci online

Il blog di una ragazza democratica
non posso fare a meno di chiedermi...
post pubblicato in Diario, il 11 marzo 2010
ma davvero l'Italia vuole questo? e non mi riferisco solo alla questione specifica del Legittimo impedimento ma ai metodi.
Se Ponzoni é alla moda (e non solo)
post pubblicato in Media and Politics, il 5 marzo 2010
Scusate, l'occhio é clinico e vuole la sua parte.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni regionali lombardia

permalink | inviato da maryval il 5/3/2010 alle 17:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Vedo tutto giallo speranza
post pubblicato in diario, il 1 marzo 2010

 Oggi  é una giornata speciale. Io lo vedo già il mio Paese tra dieci anni: è una realtà che è già presente, basta guardarla per vedere che gli italiani sono già un insieme di culture,di etnie, di colori. Lo siamo sempre stati. Una giornata senza di loro per stare insieme in maniera più consapevole.

http://www.primomarzo2010.it




permalink | inviato da maryval il 1/3/2010 alle 15:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
FUORI DALLA CRISI: CAMBIO DI PROGRAMMA
post pubblicato in Diario, il 18 febbraio 2010
Cari amici,
vi avvisiamo che per l'iniziativa "Fuori dalla crisi: prospettive e proposte per famiglie ed imprese" l'on. Colaninno ieri ci ha avvisato che non potrà essere presente per importantissimi motivi istituzionali.
Ringraziamo ad ogni modo l'on.Colaninno perché aveva organizzato con noi l'evento e sappiamo quanto ci tenesse ad essere con noi.
PARLEREMO COMUNQUE DI CRISI ECONOMICA IN BRIANZA E IN LOMBARDIA CON ENRICO BRAMBILLA (SEGRETARIO PD PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA), CON ROBERTO CORTI (CANDIDATO SINDACO DI DESIO) E TANTI ALTRI OSPITI.
NON MANCATE!!!
Candidata o almeno...ci provo.
post pubblicato in Diario, il 18 febbraio 2010
Prima o poi doveva capitare anche a me. Candidarmi al Consiglio Comunale di Desio dopo più di  2 anni dall'entrata nella vita politica cittadina é davvero emozionante. A Desio però servono tantissimi voti per passare...io ci provo ma ho bisogno che un numero non inferiore alle 120-130 persone  mi conceda la sua fiducia. Lo so che non é una cosa semplice ottenere la fiducia delle persone, ma mi piacerebbe ricevere anche quella insieme al voto perchè la politica non può essere concepita  se non come missione civile, come servizio ai cittadini, come mestiere nobile.



FUORI DALLA CRISI: INCONTRO CON MATTEO COLANINNO A DESIO
post pubblicato in Diario, il 10 febbraio 2010
ALTRI OPERAI SUL TETTO. LA PROTESTA DEI LAVORATORI YAMAHA
post pubblicato in Diario, il 17 dicembre 2009

 

CRISI: IN 4 SU TETTO STABILIMENTO YAMAHA, NATALE QUI (2)
   (ANSA) - MONZA, 16 DIC - I quattro operai sono appassionati
di alpinismo e si sono equipaggiati con l'abbigliamento, la
tenda e i sacchi a pelo che si usano per bivaccare in parete e
hanno portato viveri per un mese; sotto di loro i compagni di
lavoro presidiano lo stabilimento di Gerno, dove il reparto
produzione e' stato bloccato.
   Intanto e' stato fissato per venerdi' prossimo alle 11, al
ministero del Welfare un incontro urgente con il ministro per
verificare la possibilita' della cassa integrazione per i 66
dipendenti. L'incontro era stato chiesto ieri dal presidente
della Provincia di Monza e Brianza, Dario Allevi, dopo una
riunione sulla crisi dello stabilimento con la presenza dei
rappresentanti sindacali dei lavoratori.''Grazie al talento di
Valentino Rossi Yamaha e' tornata ai vertici delle competizioni
motoristiche. Diventa quindi ancor piu' difficile accettare la
chiusura dell'intero reparto produzione nel nostro territorio'',
ha dichiarato Allevi che si e' detto soddisfatto per l'immediata
convocazione del tavolo a Roma.
   Sulla vicenda sono intervenuti anche i vertici del Partito
democratico della Brianza: ''La situazione alla Yamaha di Lesmo
richiede risposte responsabili da parte dell'azienda e delle
istituzioni'', hanno detto Enrico Brambilla, segretario
provinciale, Gigi Ponti, capogruppo in Provincia, il consigliere
regionale Giuseppe Civati, e i consiglieri provinciali Vittorio
Arrigoni e Vittorio Pozzati, gli ultimi due presenti stamattina
davanti alla fabbrica: ''la Provincia di Monza, che sta
discutendo il bilancio, deve istituire un fondo anticrisi''.
(ANSA).
PD. A CHIARE LETTERE.
post pubblicato in Diario, il 12 giugno 2009
Voglio che il Pd diventi una montagna. Voglio parole di roccia, parole chiare. Parole a cui aggrapparsi e che rimangano lì, immobili e massicce ad indicare la strada verso una stagione riformista.
Voglio che siano comprensibili a tutti, dal magistrato al portalettere, dal professore universitario alla parrucchiera sotto casa.
Voglio che dal prossimo congresso esca un partito che sia stabile nella propria identità, identificabile con un valore, una frase di cinque parole e un personaggio che le incarni.
Voglio che la gente quando pensi al PD non pensi a qualcosa di astratto, ad un partito di ex comunisti ed ex democristiani intenti ad azzuffarsi per la leadership.
Il PD é il partito di quelli che la pensano x e che faranno xyz. Punto. Ed X sarà il popolo, perché come diceva Walter Veltroni il Pd deve farsi popolo altrimenti non ha senso.
Io vorrei poter andare da un operaio che prima votava ds e ora vota lega e spiegargli il nostro programma senza dovergli per forza fare prima un corso di economia e finanza accellerato.
L'elettore é pigro (vedi Campus sul tema) e se il Pd vuole diventare maggioranza in questo paese deve comprendere i meccanismi che lo muovono. E i fatti su tutto. I fatti dovranno prevalere e saranno la naturale conseguenza di quelle parole, sempre fedeli al progetto su cui é stato fondato questo partito.
Una voce sola, un programma chiaro, un'dentità certa ed immediatamente riconoscibile.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito democratico pd

permalink | inviato da maryval il 12/6/2009 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Veltroni con Gigi Ponti a Desio
post pubblicato in Diario, il 30 maggio 2009
no, sul serio.
post pubblicato in Diario, il 20 maggio 2009

 
Una sentenza scandalosa

Ogni sentenza scandalosa nasce da un fatto scandaloso. 

http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/politica/mills-condannato/reazioni-mills/reazioni-mills.html



permalink | inviato da maryval il 20/5/2009 alle 1:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
chiamare le cose con il loro nome
post pubblicato in Diario, il 10 maggio 2009
In Italia ci siamo follemente abituati allo sdoganamento di comportamenti e atteggiamenti scorretti che cercano di farci passare per valori . L'individualismo ce lo descrivono come un comportamento vincente, la raccomandazione come qualcosa di cui vantarsi (se non ce l'hai non sei nessuno), la xenofobia la chiamano "difesa dell'identità", il prevaricare le regole democratiche passa per decisionismo.
E se cominciassimo a chiamare le cose con il loro nome? Razzismo, per esempio. Parlare di posti riservati ai milanesi sulle metro non vi ricorda vagamente l'apartheid? E chi la pensa in questa maniera é, a vostro parere, meritevole di rispettabilità? Non credo. Come non dareste fiducia ad un pedofilo o ad un feroce assassino, non datelo neppure ad un razzista perché le sue idee violente sono altrettanto pericolose. Basta con questo lassismo che tutto perdona e di nulla s'indigna. Un disvalore non può diventare valore, ma può essere confuso come tale. Abbiamo già avuto modo di sperimentare fino a che punto l'essere umano può trasformarsi in male assoluto, tanto da non riuscire a capire come mai, in alcuni perieodi della storia, alcuni popoli soffrano di allucinazioni collettive che li spingono a tale ferocia.
Accettare passivamente un atteggiamento razzista rende complici.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. razzismo politica italiana lega nord pd

permalink | inviato da maryval il 10/5/2009 alle 10:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Se la prospettiva di vita é di trentotto anni
post pubblicato in Diario, il 27 aprile 2009
Pubblico di seguito un grandissimo intervento del nostro Veltroni sul tema dell'immigrazione.
E' di qualche settimana fa, ma vale davvero la pena ascoltarlo.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Walter Veltroni Immigrazione

permalink | inviato da maryval il 27/4/2009 alle 18:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
NUOVO VIDEO: BERSANI E PONTI 27/03/09 A MONZA!
post pubblicato in Media and Politics, il 30 marzo 2009
LA SCUOLA TAGLIATA: INCONTRO A DESIO
post pubblicato in Diario, il 19 marzo 2009
aiutare i senza tetto
post pubblicato in Diario, il 17 marzo 2009
Ho cominciato a pensarci da quando ho letto la notizia di quella signora senza fissa dimora che era stata brutalmente picchiata e violentata da un uomo mentre dormiva come ogni notte nella centralissima stazione ferroviaria di Firenze.
Come può essere accaduto? Come possiamo accettare che in un paese civile uomini e donne in evidenti e gravi difficoltà possano essere abbandonati in questo modo ed esposti a freddo, fame e violenze di ogni tipo?
Semplicemente non é accettabile. Il volontariato fa molto ma non è sufficiente: ci vorrebbero delle strutture pubbliche adeguate, una per ogni città di medie e grandi dimensioni. Un luogo dove curare le ferite fisiche e dell'anima di chi si trova all'improvviso senza un tetto sotto al quale rifugiarsi e senza nessuno a cui chiedere aiuto. Un luogo che non si limiti ad offrire un posto letto e un pasto caldo, ma che accolga e aiuti queste persone a reinserisi nella società, perché chi vive per strada non lo fa per scelta, a meno che non soffra a livello psicologico e allora va comunque aiutato. 
Cosa possiamo fare? Come dobbiamo fare? Lo chiedo a voi.

E mi sento un africano metropolitano...
post pubblicato in Media and Politics, il 1 marzo 2009
Ricominciamo
post pubblicato in Diario, il 1 marzo 2009

 Per alcuni giorni non ho scritto nulla. Non vi ho propinato nessun commento a caldo sul nuovo segretario, sul nuovo direttivo. Ora però ho raccolto abbastanza informazioni per poter almeno dire che, a mio umile avviso, stiamo andando nella direzione giusta.
Molti miei compagni ritengono che l'elezione di Franceschini abbia tolto al popolo delle primarie la possibilità di esprimersi. Bé, mi conoscete e sapete come la penso in proposito:le primarie sono uno strumento di partecipazione e coesione straordinario e soprattutto hanno il vantaggio di premiare il merito e non i giochi interni delle correnti di partito. Tuttavia credo che la situazione pericolosissima nella quale si é trovato il Pd nei giorni scorsi non poteva essere risolta con tale strumento: prima di tutto mancava il tempo e poi la gente non avrebbe partecipato in maniera così massiccia come l'ultima volta poiché troppo delusa; il Pd avrebbe rischiato l'ennesimo flop.
Franceschini poi, si sta rivelando un buon leader: ho molto apprezzato la scelta di proporre al governo un assegno di disoccupazione a tutti quelli che perderanno il lavoro per la crisi. Una scelta vicina al sentire e alle preoccupazioni delle famiglie: come può il governo non sostenerla senza apparire "insensibile" nei confronti dei cittadini?
Buona domenica a tutti
la vostra Marianna

Punto l'indice
post pubblicato in Diario, il 19 febbraio 2009
Ho deciso: punto l'indice. Adesso basta e vi dico come la penso:

Cosa ci fanno i Red nel Pd? Se il progetto non gli piace perché cercano di boicottarlo dall'interno? Mi dispiace ma D'Alema ha dimostrato pochissima serietà. Walter resta il leader naturale di questo partito. L'Italia ha un disperato bisogno di riformisti veri. Chi si ostina a fare battaglie rimpiangendo il passato é destinato a perdere e porta con sé la responsabilità delle condizioni in cui versa il Paese. La stessa cosa vale per tutti quelli che lavorano per gruppi ristretti anche da altre correnti.  Se il gruppo dirigente si fosse unito intorno a Veltroni, il leader scelto dal popolo democratico, oggi forse saremmo un partito vincente.

A conferma di quanto ho appena detto : ecco cosa uscirà domani su L'espresso


il progetto
post pubblicato in Diario, il 17 febbraio 2009
Talvolta  siamo costretti a cambiare i nostri progetti, a ridimensionare i nostri sogni. A metterci in attesa.
La grandezza di un uomo politico non consiste in quante volte ha vinto, per quanto tempo ha governato.
Ciò che rende un uomo politico un punto di riferimento importante sono le tracce di speranza che lascia dentro chi lo ascolta.
Walter, grazie di tutto.
 
Marianna

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito democratico pd dimissioni veltroni

permalink | inviato da maryval il 17/2/2009 alle 20:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Go Soru Go!
post pubblicato in Diario, il 16 febbraio 2009
 A seguire le proiezioni sto rischiando un infarto...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni sardegna

permalink | inviato da maryval il 16/2/2009 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia febbraio       
calendario
cerca